sabato 9 marzo 2013

BLORCH. Gli Scarabocchi di maicol&mirco. Intervista-rivelazione al Bilbolbul 2013


Lo scorso venerdi 22 Febbraio  a Der Standard ( modo ovest) a Bologna c’è stato uno dei momenti più intensi dell’ultimo Bilbolbul: è stata fondata una religione, si è finalmente fatta giustizia ai pregi architettonici di S.Benedetto del Tronto, si sono susseguite apparizioni mistiche.
Tutto prevedibile, se si considera che stava avvendendo la presentazione di “Blorch”, secondo volume de “Gli scarabocchi di maicol&mirco”, impreziosito dal trattato in apertura di un noto genio contemporaneo…

Questo è un vano tentativo di riproporre su carta la magia di quella serata ormai consegnata alla leggenda, o meglio ciò che rimane di essa nella nostra fallace memoria, come la visione onirica di un al di là giusto e bello, non comunicabile negli angusti limiti del linguaggio.
Il parterre verrà impreziosito nello scorrere febbrile dell’intervista dalla presenza di artisti quali il venerando Andrea Bruno, prestigiosi osservatori come Daniela Odri Mazza e Andrea Tosti, fino a culminare in un’apparizione finale che per ora non svelo…

maicol apre maestoso le danze, appena reduce da una intensa intervista con Michela Colasanti per Ziguline (che trovate QUI):
maicol&mirco Abbiamo qui il Conte Zarganenko, Il Pierino della cultura, penna raffinata e velenosa del web ma soprattutto, possiamo dirlo, ammiratore degli Scarabocchi!
Conte Zarganenko  Come negarlo! Quale migliore cornice che Bologna innevata in una poesia quasi natalizia, all’angolo con via S.Valentino per parlare de “Gli Scarabocchi”, un libro che trabocca di amor cristiano e romanticismo! Io ora come Giuseppe D’avanzo a Berlusconi, ti porrò le dieci domande alle quali non hai mai voluto rispondere.
m&m Sono pronto a tutto.
CZ-  E' molto facile scambiare i tuoi scarabocchi per un'esplosione di puro nichilismo, per un gioco al massacro punk. Sono da sempre persuaso che in realtà dietro ci sia una intelligenza più profonda, un autentico urlo di dolore esistenziale. Qual è la molla della tua ispirazione? Perchè essere un artista nel momento in cui si auspica la distruzione del creato?
m&m Innanzitutto,  prima di realizzare “Gli Scarabocchi” io non sapevo parlare in pubblico! Adesso avrei balbettato e mi sarei vergognato, sudando come il presidente del consiglio australiano mangiato dagli squali (Ndt. maicol è rimasto molto colpito da questo aneddoto da me rivelatogli pochi istanti prima)...invece eccomi qui, quindi ci sono delle cose che non mi aspettavo sarebbero nate da “Gli Scarabocchi” e passo passo, (non so se vengo rispondendo alla domanda perché l’ho smarrita), mi sto accorgendo che più che altro “Gli Scarabocchi” potrebbe essere la nascita di una nuova religione...
CZ Beh, certo.
m&m …in quanto cosa è, principalmente, una religione? ( E qui, come Oscar Giannino, vengo nel mio senza rispondere alla tua domanda)... La religione è comunque parlare di tutto ciò che c’è di bello e  brutto nella vita, volgerlo in burla, tritarlo e renderlo accettabile.
CZ E quindi, dici tu, come la religione, “Gli Scarabocchi” se li spieghi non fanno più ridere...
m&m …e soprattutto creando una dipendenza…quindi fondamentalmente, mi sto rendendo conto che sto fondando una religione, come fece Ron Hubbard con Scientology…E quindi voi oggi giorno potreste essere i primi apostoli di questa religione, se non i primi catechisti, col vantaggio però che invece di raccontare la parabola di quello che ha un talento che viene seminato, mentre l’altro se lo sputtana tutto…potete raccontare queste parabole molto più divertenti.
CZ-  Veniamo alla religione, dunque, l’argomento più pepato.  Al culmine del mio delirio  su “Gli Scarabocchi”, ho scritto una cosa per cui davvero ho rischiato l’internamento… però siccome ci credo fortemente  la ripeto qui a voce alta: in realtà, pur con forme e linguaggio e stile leggermente differenti, secondo me il precedente che abbiamo nella letteratura italiana, per attitudine filosofica di  maicol&mirco è… Leopardi. So che può sembrare assurdo, incredibile, direbbe Sarah Kennedy, però se noi lo leggiamo con attenzione, non come ce l’hanno insegnato a scuola, e  tentiamo di comprendere il significato de “La Ginestra” o dell'”Inno ad Arimane”, è evidente che Leopardi (pur non disegnando scarabocchi che bestemmiavano) esprimeva un punto di vista tutt’altro che  serenamente ateo, alla Margherita Hack o alla Odifreddi…c’era dietro un fortissimo pathos esistenziale, una rivolta contro Dio, più che una negazione di Dio. Ora, visto che stai fondando una nuova religione, qual è la tua posizione? Ti poni tu come una nuova divinità? Sei un semplice emissario di Satana? Spiegaci, bene perché se dobbiamo andare a catechizzare…
m&m …il discorso su dio e satana, che sono due personaggi de “Gli Scarabocchi”...quando una crea una storia di trova davanti all’esigenza di sintetizzare, creare una maschera, un codice per raccontare. Dio e satana erano personaggi già creati, pronti…
CZ Dei ready made..
m&m Esatto, dei ready made nel senso duchampiano, come dire “Devo fare un quadro…c’è ne giù uno lì,  ci metto la firma mia sotto, fatto!” Erano già personaggi creati apposti per quello che volevo rappresentare...quindi personaggi come dio, satana, Ivo il barzellettiere, il cavallo mago…
CZ …beh, Ivo il barzellettiere è più un demiurgo gnostico…
m&m..ma quello è originale, però! Diciamo sono strumenti per questo viaggio dentro noi stessi che sono “Gli Scarabocchi” …un racconto da noi narrato, che poi ci è ritornato indietro raccontato in tutt’altro modo…è questo il gioco divertente , è un racconto che si può continuamente rimpallare e ricostruire…ovviamente, siccome sto creando una religione, sto creando anche un’epica correlata…
CZ.. una storia sacra.
m&m si, un immaginario…del resto quando ci immaginiamo Omero, nonostante sia un padre sacro della scrittura, ce lo raffiguriamo in un calderone di lava mentre crea dei mondi paralleli, mentre magari stava come me, magari s’ispirava mentre stava in automobile, l’automobile di quei tempi ovviamente, quella dei Flinstones, e probabilmente si sbudellava dalle risa mentre raccontava le sue storie…
CZ …La morte di Ettore, soprattutto…
m&m- “mo lo faccio mori! Ahahah”…Era un modo di raccontare interattivo, anche “Gli Scarabocchi”  è interattivo, nasce e cresce  insieme a voi…io vi benedico…
CZ  A questo punto vorrei fare una domanda, più che al maicol Papa (visto che c’è un posto  vacante), al maicol autore: ne “Gli Scarabocchi”  hai trovato questa formula efficace, in cui una, massimo due vignette, nell’ arco chiuso di una tavola, riesci a esprimere con molta potenza, anche se in maniera comica,  un concetto molto profondo. Però tu hai fatto anche racconti lunghi, opere come “Hanchi, Pinchi e Panchi”, che per quanto abbiano forme e contenuti originali, si rifanno ad una forma di narrazione comunque più tradizionale. Qual è secondo te la modalità narrativa migliore per raccontare la tua religione?
m&m A livello, come dire…”religionale”, senza dubbio “Gli Scarabocchi”  Però come autori effettivamente abbiamo sperimentato varie religioni, raffinando via via il nostro modo di raccontare…Noi siamo nati come gli autori “cattivi”, underground, malvagi…poi nel tempo ci siamo raffinati…il nostro modo di raccontare è “terrifican-romantico”, nel senso che alla fine siamo quei chierichetti  che eravamo quando eravamo appena nati, siamo delle persone buone che tendiamo a volgere l’universo in bello... però in questo non ci dimentichiamo di versare il veleno nell’acqua santa.
CZ E’ un ottima sintesi, che conduce alla prossima domanda:  Tu oltre ad essere un  leader religioso sei fondamentalmente un sex- symbol,  accostato da molti addirittura a Massimo Ciavarro
m&m  Che non dimentichiamo che è stato con…
CZEleonora Giorgi!
m&m No, quella di “Taxi driver”
CZ Jodie Foster!
(Dal pubblico): ma è lesbica!
CZ Beh, dopo che è stata con Massimo Ciavarro...Tu in quanto un sex-symbol desti una grande curiosità extra-artistica da parte di una vasta pletora di adolescenti infoiate, le quali sostengono che sotto la tua scorza di duro sotto sotto sei un tenerone…Come rispondi alle tue fans?
m&m Qui si torna nel campo semantico della religione. Niente più della religione è rappresentato da una persona dura che sotto sotto ha un cuore, o meglio da un cuore che sotto sotto ha una scorza dura. Anche questo è un discorso de “Gli Scarabocchi”   che andrà sviluppato e snaturato per bene…
CZ E’ un po’ il filone neo-romantico che pervade questa nuova religione…
m&m Eh, si come il movimento neo-melodico che tutto sommato rappresenta anch’essa una forma di religione, anche quella nata da qualcuno che per ischerzo ha messo in nota un determinato ragionamento, che poi gli è ritornato indietro a dei livelli di lettura più liberi…Una persona che invece di comporre nove milioni di note e di scale come ad esempio Joe Satriani, si ritrova a dire due puttanate in rima che gli ritornano indietro  come un linguaggio nuovo…
CZ Un meccanismo Zen
m&m…come un linguaggio nuovo…Si, il linguaggio non può nascere da una persona sola, ma nasce da un rimpallo tra chi lo crea e chi lo riceve…sostanzialmente qualunque opera sia stata fatta, qualsiasi creatore o narratore, o generatore di storie è come uno che costruisce una sedia con un determinata intenzione, se poi effettivamente la sedia rimane in piedi, funziona, la brevetta…allo stesso modo nel fumetto, o nella narrazione in generale, tanto più in un fumetto che è ancora di più stretto nella narrazione , come “Gli scarabocchi”  …bisogna arrivare a potersi sedere su un filo d’erba, al sedersi sul “meno”, “Gli Scarabocchi”  è fondamentalmente un sottrarre, la narrazione in sé è un sottrarre..per quanto ci sia gente che scrive in maniera aulica, barocca, la scrittura fondamentale è arrivare alla sottrazione, la narrazione in sé è arrivare alla sottrazione, se io faccio un verso, un grugnito, l’effetto è in base a come te lo dico, ti faccio capire quello che sto dicendo.. fino ad arrivare alle emoticons di internet…dove io ti dico “mi ti scopo tua madre e ammazzo i tuoi figli”, però ci metto una faccina sorridente dietro..
CZ  Beh,dovresti brevettarlo, sarebbe molto utilizzato…
m&m…potrebbe essere un’applicazione de “Gli Scarabocchi” 
CZ  Si, per l’Iphone.
m&m  Si: “Uccido tua madre e trituro i tuoi figli”.
CZ … ci sono degli insulti in serbo, di uso comune, che sono molto simili…poi farò un dizionarietto, sarà la  mia prossima opera…Seriamente,  questo discorso sulla narrazione come capacità di sintetizzare al massimo, nell’essenza, al netto dei paradossi, è senza dubbio una delle tue qualità fondamentali ne “Gli Scarabocchi”. Una capacità di sintesi dialettica, di esprimere un pensiero profondo e molto crudo nell’esplosione di una risata.  Come ben sai, ne abbiamo parlato tante volte,  possiamo trovare una serie di riferimenti… all’inizio io pensavo fossero mie speculazioni mentali, poi tu mi hai confermato che erano riferimenti puntali...figure che possono aver ispirato, o possono essere accostabili come padri spirituali alla religione de “Gli Scarabocchi” : certi discorsi di Artaud sul “Teatro della Crudeltà”, la visione dell’esistenzialismo di Camus, Carmelo Bene come autorità magistrale, più di tutti Giorgio Bracardi come primo riferimento…
m&m Chiaramente ogni opera ha un padre. Più una cosa è personale, più è originale, più ha genitori. Fondamentalmente quando noi creiamo un’opera è la somma di tutti i genitori che abbiamo.  Quindi quando uno ha solo due genitori, uno dice: “Vabbè, questo è Topolino fatto da Hitler”…
CZ …che avrebbe anche i suoi pregi…
m&m Si, una bomba! Però se tu sommi Topolino, Hitler, Andreotti e l’Uomo Ragno alla fine, più genitori crei più riesci ad avere un figlio specifico.
CZ Verissimo.
m&m Per me c’è un altro livello di lettura. Quando io ho letto il Marchese De Sade, sono rimasto folgorato…che a poi …ne abbiamo parlato già a Roma (NdT a una presentazione al Forte Fanfulla con Roberto Recchioni)… a te non piace…
CZ Io lo odio. Vorrei che rinascesse per poterlo uccidere io.
m&m Quello che vi ho trovato io è a due livelli: il primo il rapporto Justine-Juliette: la prima perseguiva la virtù e veniva massacrata dal creato, la seconda perseguiva il vizio e veniva premiata dal creato. E poi “Le 120 giornate di Sodoma”. In Justine si è creata una sorta di narrazione dello stile “Viaggio al centro della Terra”: è un romanzo fantascientifico, si parte da un convento dove questa ragazza viene posseduta a sangue da queste monache, che si scopre che uccidono e macinano le ragazzine di nascosto, e parte per un viaggio, in un racconto fantascientifico-avventuroso.
CZ Certo, è un romanzo picaresco diabolico. E ‘un romanzo di formazione satanica.
m&m E’ stato letto da me davvero al pari di un romanzo d’avventura. Come “Le 120 giornate” è un video-gioco. La formula del video gioco: sono 4 personaggi che tu puoi scegliere, gli stessi inseriti in “Salò” di Pasolini, che rappresentano le Istituzioni fondamentali, e come in un gioco corrispondono a diversi livelli, diversi livelli di crudeltà. Questo per dire che, piaccia o meno, ci sono livelli di lettura e di interpretazione di ogni cosa, fino a raggiungere livelli di lettura, non dico più alti, ma incontrollabili. Tornando a “Gli Scarabocchi” , ha scatenato quei livelli di lettura e ri-lettura per me incontrollabili. Quando scrivo una storia io magari so dove voglio arrivare  ma mi accorgo che dopo mi “ritorna indietro” qualcosa che non avrei previsto. E’ come se uno fa un Do di petto e butta giù una caverna, e dopo escono fuori delle pepite dalla terra.
CZ Su Sade secondo me è interessante per fare una riflessione a tuo favore. Perché a me ad esempio piacciono molto i tuoi scarabocchi e non mi piace per nulla Sade?!  Come dico nell’introduzione a “Blorch”, non mi piace “il Male”, non mi piace la letteratura “cattiva” o compiaciuta di essere cattiva. Ora, è chiaro che Sade che, ripeto, a me fa veramente schifo, anche se ovviamente gli riconosco un’importanza capitale…
m&m...Ballard scrisse un trattato sull’importanza di Sade
CZ certo…Ballard è un altro che mi può interessare ma non dire che “mi piace”……perché dicevo secondo me per me la tua opera è migliore..
m&m mi ti stai comprando!
CZ no, no, detto da me che sei meglio di Sade, è come dirti che sei meglio del vomito impastato agli escrementi, non è poi un grande complimento…è chiaro il ruolo di Sade, l’operazione  che lui fa non solo, ovviamente, sulla morale, sul capovolgimento satanico e quindi rivoluzionario, e  tutto il valore filosofico che gli è stato conferito etc.…ma soprattutto,  come diceva  Carmelo Bene, il lavoro sul linguaggio: riducendo la narrazione a una sorta di “lista della spesa” delle torture, è come se lui rendesse le pagine trasparenti, etc…d’accordo…c’è un piccolo dettaglio: che però Sade davvero però poi violentava e torturava le donne, e ‘sta cosa a me non è che  piaccia molto…
m&m Lo faceva veramente?
CZ Stava alla Bastiglia!
m&m Un cosplayer di sé stesso!
CZ Ah, sicuramente un autore onesto..si dice addirittura che la presa della Bastiglia sia stata “ispirata” da lui…la Bastiglia era vista come l’icona dell’ancién regime da abbattere, ma in realtà a quell’epoca non c’erano più prigionieri politici ma pervertiti…
m&m Lo vedi che la Francia a Roma je rompe er…
CZ Mai! E’la conferma che Asterix è tutto sbagliato…insomma, si dice che la presa della Bastiglia sia stata effettuata perché Sade (giustamente, chi meglio di lui!) inventava delle torture mai avvenute (quelle che immaginava lui) e gettava foglietti fuori dalla finestra: “Ci fanno questo, ci uccidono!” e il popolo “Oh, poverini!” e sono andati a liberarli…
 è una delle leggende nere attorno al Marchese…
m&m…ma dove le leggi te ‘ste cose?
CZ… mi pare Ceronetti abbia scritto a riguardo…il punto per me è che in Sade la lettura filosofica, non dico positiva, che dà significato e sostanza alla sua opera, al di là della pura negatività dei suoi contenuti, viene portata da altri...ad esempio da Pasolini, che prende “Le 120 giornate” e interpreta le torture (che Sade avrebbe voluto fare davvero)  come metafora del rapporto del potere con il popolo…cioè che letteralmente ci fanno un…ehm…così...l’insostenibilità di “Salò” di Pasolini ha comunque un senso perché era una denuncia del potere…secondo me in Sade  questo non c’è…nei tuoi scarabocchi, anche nella bestemmia, anche nella volgarità più estrema, è chiaro che al di là del facile gioco del paradosso c’è un urlo esistenziale puro, rischio la banalità,  l’urlo di un’innocenza che non trova più una collocazione e quindi esplode..
m&m Bella questa definizione!
CZ…mentre Sade  veramente la vuole distruggere l’innocenza. Per questo, a livello umano, “Gli Scarabocchi”  mi fanno pensare a Leopardi che era una grande anima che soffriva, e non a Sade che era un bastardo che torturava.  E per ciò, ripeto, al di là della risata fortissima  e straordinaria, quando io cito De Sanctis che parla di Leopardi e dice che nel momento in cui ti dice che la vita è dolore e sofferenze in realtà te la fa amare tantissimo, per me è pertinente, non è una supercazzola…



(Appare Tuono Pettinato)
CZ…Mentre parliamo del Male,siamo visitati da personalità celesti accorse a redimerci…
m&m… siamo attraversati...
CZ… concludendo, è chiaro che dietro a “Gli Scarabocchi”  c’è un desiderio fortissimo che il mondo abbia un senso, per questo ti facevo la domanda sulla religiosità…un ateo totale razionale alla Odifreddi non potrebbe mai scrivere “Gli Scarabocchi”, farebbe una serie di equazioni...
m&m Potrebbe essere il sesto volume…
CZ… dei Vangeli!
m&m… de "Gli Scarabocchi", un tomo di matematica.
CZ  Visto che siamo deliziati dalla presenza di Tuono Pettinato, che non solo incarna in sé il Bello e il Buono, kalòs kai agathòs, ma fin dal nome è una citazione colta vivente..
m&m .vorremmo inserirlo nella discussione…
CZ …sarei onorato!
m&m Vieni ad imbarazzarti!
CZ Un grande applauso…
(Un trionfo applausi accoglie l’artista)
CZ…non hai fatto nulla già hai rimediato un applauso...
m&m Fu uno dei primi ad assistere alla nascita de “Gli Scarabocchi” ... quando ci conoscemmo…nel 2000, proprio qui a Bologna in circostanze…
CZ…circostanze irriferibili...
TP Situazioni di estrema angoscia che poi hanno partorito queste opere…
m&m Sono stati degli anni di piombo che abbiamo vissuto solo noi. Posso raccontare come l’ho conosciuto? In una situazione in cui…
un grande applauso ad Andrea Bruno (Ndt non c’entrava nulla ma ci sta sempre bene!)….una situazione casalinga come quella dell’università di Bologna, alla ricerca di noi stessi e alla fuga di casa nostra, ci incontrammo in una casa qui dietro…in quegli anni si faceva “Kerosene”, si fece anche la versione “Kerosene Rivoluzione”, una specie di pre-grillismo, di grillismo preistorico…
CZ…siamo in contemporanea a Piazza S. Giovanni, questo è il contro-comizio di maicol…
m&m …eravamo io, mirco, Tuono, anzi Ruono Settinato, e C-Rratigher , giovanissimi…E quando c’incontravamo “Ah ma voi siete maicol&mirco!!
TP Li ammiravamo!
CZ Prima dell’agnizione…
m&m si, dopo una settimana…vuoi aggiungere un battuta sagace?
TP Ora la elaboro.
m&m La morale è che anche a Bologna anche in una casa in cui si faceva “Kerosene Rivoluzione”, dove sono nati i proto-scarabocchi, sono potute nascere delle amicizie…
CZ ...delle Superamicizie!
m&m …si, in una situazione drammatica, in una città drammatica, è nato qualcosa di meraviglioso e alto per l’essere umano.
TP Il dolore è l’humus per far nascere “Gli Scarabocchi”.
m&m… si, come si vede nei video, girati dietro casa mia a S.Benedetto del Tronto…

CZ L’ha fatto David Lynch il piano regolatore di S. Benedetto…
TP Io non ho compreso il senso dell'architettura/urbanistica di S. Benedetto del Tronto finché non ho visto "Gli Scarabocchi" su maicol&mirco; S. Benedetto è chiaramente stata costruita in funzione di essere una location per le storie disagiate di maicol
m&m Insomma, si è chiuso ora un cerchio della durata di 10 anni con  “Gli Scarabocchi”…adesso scopriremo il motivo dell’esistenza di Andrea Bruno...
(qualcuno dal pubblico): Perché è tutto rosso?
m&m È rosso cosi si vede meglio su internet.
CZ È il sangue delle vittime. In ogni vignetta si uccide un personaggio cosi da tingere tutto di rosso. Parlando di religioni moderne, è il nostro libretto rosso…
TP E ‘un breviario.
CZ Un ultima domanda, visto che l’alcool scorre nelle vene di molti in una quantità ormai ingestibile: quanto ancora sfrutterai il filone degli scarabocchi fatti 12 anni fa senza fare nulla, e quando invece farai una nuova opera?
m&m solamente il primo BLAM è di 12 anni fa, ormai è memorabilia, il secondo BLORCH è di quest’anno…E poi “Gli Scarabocchi”  come tutte le religioni verrà sfruttato finché non prevarrà …
CZ Quindi tu aspetti comunque qualcuno che verrà per deformare il tuo messaggio, altrimenti non potrebbe diventare mai una vera religione…
m&m L’apoteosi di un autore è quando ha un epigono…però nessun Superamico ce l’ha…forse Ratigher (ma ve lo dico in disparte)…
CZ  Io ho registrato tutto quindi sei tecnicamente ricattabile...
m&m  Se qualcuno ha delle domande…
CZ  E’una delle ultime occasioni in cui potrebbe essere accessibile.
m&m Il mio stile di vita non mi consente di garantire altre apparizioni...
CZ La polizia potrebbe raggiungerlo nelle prossime ore..
Daniela Odri Mazza (per Conversazioni sul Fumetto)  Una curiosità perversa: alcune volte hai riproposto in più scarabocchi gli stessi personaggi, alcuni dei quali interessantissimi, come Piermario e la sua famiglia sgangherata o Ivo il Barzellettiere. Non hai mai pensato a fare degli spin-off, delle storie autonome in cui fossero protagonisti?
CZ Sarebbero un po’ gli “Atti degli Apostoli”.
m&m Beh, si, tutto sommato i personaggi corrispondono a S.Giovanni, Pietro…
CZ Dovresti fare “Le Lettere di Ivo il Barzellettiere”!
m&m Siete due stronzi  perché verrà fatto uno spin-off proprio su Ivo il Barzellettiere, una sorta di “Zelig”, di avanspettacolo comico in cui lui salirà sul palco.
 CZ …per questo intuizione allora ci ritagliamo i ruoli di Padri della Chiesa.
 m&m …avrei bisogno in effetti di un paio di apostoli, rinnovabili
Vorrei ringraziare Giordano Viozzi, L’uomo con gli occhiali e la barba che fa il grafico (Roberto Montani) E Tuono Pettinato, l’uomo che ha fatto maicol&mirco! 
CZ Dunque, in questa religione lui è il creatore…
 m&m il demiurgo! 
CZ il demiurgo malvagio.
 TP un semi-urgo... 
 CZ Credo dunque a questo punto possiamo passare a un momento di preghiera...
TP ..e di flagellazione. 
m&m  Grazie a tutti, servi vostri! 





3 commenti:

  1. Intervista devota al cazzeggio ma bellissima.
    Incontrai al Napoli Comicon 2013 I Super amici ad eccezione di Tuono Pettinato e mi pento di non aver fatto delle domande anche a loro, per via di mancata preparazione sull'argomento.
    Dove potrei cominciare a informarmi su queste creature mitologiche?

    RispondiElimina
  2. Grazie!
    Beh, da protocollo:
    http://www.superamici.com/
    http://lrnz.blogspot.it/
    http://www.fumettidellagleba.org/
    http://maicolemirco.blogspot.it/
    http://tuonopettinato.blogspot.it/
    http://ratigher.blogspot.it/

    RispondiElimina
  3. You could be qualified for a complimentary Apple iPhone 7.

    RispondiElimina